Drag
Awesome Image Awesome Image

Rassegna stampa 15 Dicembre 2023

L’e-commerce continua a volare e conquista il mercato del lusso

Writen by admin@xchannel

comments 0

intelligenza artificiale, virtual try-on, extended reality: anche per il 2023 i numeri degli acquisti online continuano a crescere, con un boom soprattutto nei prodotti di alta gamma un grande mercato che conquista sempre più utenti anche a livello globale, dove però a fare la parte del leone sono sempre i soliti noti… La crescita dellattitudine allacquisto online da parte degli italiani non è stato un fuoco di paglia legato al biennio del Covid. Complice l’abitudine maturata durante la pandemia, ma soprattutto la crescita dell’alfabetizzazione digitale anche tra i nativi analogici, e-commerce ed m-commerce (mobile commerce) continuano a far segnare un trend positivo anche in Italia. Secondo i dati di fine ottobre degli Osservatori del Politecnico di Milano, nel 2023 gli acquisti e-commerce B2c degli italiani valgono 54,2 miliardi di euro, con un +13% rispetto al 2022. Da un lato i servizi vivono una seconda giovinezza, soprattutto = grazie alle performance molto positive del Dicembre 2023 settore Turismo e Trasporti, e il valore degli acquisti online raggiunge i 19,2 miliardi di euro (+25%). Dall‘altro, l’e-commerce di prodotto tocca i 35 miliardi di euro (+8%), una crescita più controllata rispetto agli anni scorsi e in buona parte legata all’inflazione. «Dopo una decisa accelerazione nellultimo triennio, il numero di consumatori digitali italiani si è stabilizzato a 33 milioni. Si tratta di una porzione di clienti molt genti, che non fa più distinzione tra online e offline ma che chiede un’offerta sempre più personalizzata, tanto agli store digitali quanto ai negozi più tradizionali», commenta Roberto Liscia, presidente di Netcomm. «Se da una parte i consumatori italiani sono alle prese con le dinamiche di inflazione e incertezza economica (specialmente nel settore alimentare e dei beni durevoli), dall’altra è bene ricordare che le dinamiche di recessione non impattano direttamente, invece, su quei consumatori di beni di lusso e di alta gamma nei settori come il fashion, il design, il food, l’automotive e la cosmetica, che rappresentano un fiore allocchiello per il nostro Paese sul piano internazionale». A spingere la crescita, oltre allabitudine dei clienti, anche gli innesti di tecnologie sempre più avanzate. Come osservano i ricercatori del Palitecnico di Milano, «i retailer e i merchant e-commerce, in ltalia e allestero, sono aperti verso la sperimentazione di tecnologie di frontiera in grado di migliorare la relazione con il consumatore e ottimizzare i processi di back-end. Alcuni esempi riguardano il ricorso allintelligenza artificiale per personalizzare la customer experience in fase di navigazione, scelta e acquisto online, il virtual try-on per consentire agli acquirenti di testare virtualmente l’esperienza di prova di un prodotto grazie alluso di fotocamere, o l’extended reality per simulare la fisicita della visita in negozio». Se il mercato lato consumatori si allarga, da notare come, anche nel commercio elettronico lofferta tenda sempre più a concentrarsi nelle mani di pochi player, in una sorta di schema oligopolistico. Secondo le analisi della societa di consulenza XChannel, passa dal gigante cinese Alibaba.com quasi un quarto del mercato con una quota del 24%. A sequire troviamo Amazon, con una quota del13%, mentre sul gradino più basso del podio c’è JD.com con il 10% di market share. © riproduzione riservata

Tags :